6 Consigli per promuovere la motivazione nella vostra organizzazione

Uno studio pubblicato da Harvard Business Review  sulla vita all’interno del mondo del lavoro e sulle relative prestazioni, ha riscontrato che le persone sono più produttive e creative quando la loro vita lavorativa risulta positiva. “E grazie.. questo è scontato” mi direte, difatti è facile immaginare che un lavoratore felice del proprio lavoro sia un lavoratore che produce, non solo per sé ma per l’azienda stessa.

Ma come trasformare la teoria in fatti? Come possiamo fare per motivare il team e allo stesso tempo far crescere la nostra organizzazione in modo socialmente responsabile? Come possiamo creare un ambiente di lavoro che aumenti la motivazione del nostro gruppo giorno dopo giorno?

PUNTARE SULLA NATURA DELL’UOMO

Come esseri umani, siamo portati a connetterci e a mantenere tutto ciò che possa stimolare il nostro sentimento di “sentirci bene”. Tra le varie attività, ve ne è una in particolare che non sempre è considerata, ovvero “l’essere d’aiuto” (Cutler & Banerjee, 2018). Questo stato ci influenza positivamente, in quanto ci fa sentire parte responsabile del cambiamento della persona/causa alla quale stiamo contribuendo. Ci rende partecipe, ci fa sentire “migliori”. Pensate al sentimento che provate quando vi capita di dare un piccolo extra per aiutare una persona che sapete essere nel bisogno.

Questo sentimento può essere anche traslato all’interno del mondo aziendale. Influenzare un cambiamento positivo e far sentire la persona parte di una causa, genera una “bella sensazione”, che può motivare qualsiasi team ad eccellere sul loro posto di lavoro!

Ecco qui 6 consigli per poter stimolare la motivazione all’interno dell’ambiente di lavoro.

    1. Esprimere gratitudine: La gratitudine coltiva l’apprezzaento e pone l’accento sull’individuo come singolo. Ringraziare un vostro dipendente per il contributo unico che svolge è un modo per fargli sapere quanto importante e unico sia il suo contributo e come questo può servire al raggiungimento di una causa aziendale. Ogni persona è differente, e se l’avete scelta è perchè sapete che può portare un contributo all’interno dell’azienda. Secondo uno studio condotto da Nielsen (2014) la gratitudine è un fattore essenziale per aumentare la felicità e il benessere lavorativo, e aiuta persino a favorire le connessioni sociali tra colleghi!
    2. Dimostrate fiducia nei cambiamenti: Quando apportate un cambiamento, cercate di mostrare i valori positivi che esso genererà. Nel caso in cui il cambiamento riguardi delle pratiche etiche e/o lavorative, siate un modello per le aspettative del vostro team. Se il vostro team vi vede in prima persona approcciare al cambiamento, anche loro vi seguiranno più positivamente.
    3. Comunicate in modo creativo: Condividete i vostri valori e obiettivi, metteteli bene in vista, magari su un bel muro che sia accessibile ai vostri collaboratori. Usate una newsletter per comunicare loro i progressi fatti, o cosa manca e cosa si potrebbe fare per raggiungere gli obiettivi prefissati. Cercate modi diversi per trasmettere lo stesso messaggio, in modo che tutti possono lavorare per promuovere i valori aziendali  e avere un impatto (anche nel loro piccolo). La comunicazione coerente e la creatività sono un fattore molto importante per mantenere la motivazione del vostro team.
    4. Coinvolgete i dipendenti in alcune decisioni: Sappiamo che vi sono decisioni che a volte possono essere prese solo ai piani alti. Ma vi sono molte altre invece che possono essere prese coinvolgendo i membri del gruppo. Chiedere l’opinione dei dipendenti, far condividere loro il proprio punto di vista, da un lato fa sentire le persone importanti e considerate, dall’altro possono fornire spunti di riflessione e punti di vista alternativi che potrebbero rivelarsi importanti. Le varie idee possono venire concretizzate o meno, ma l’importante è cercare di coinvolgere il personale, soprattutto in quelle decisioni che possono riguardare loro in prima persona.
      Ad esempio se avete in mente di cambiare il piano dei turni del personale provate a coinvolgere i capi unità e a capire quale sia un buon rapporto ore/turni che permetta di migliorare l’efficienza aziendale e allo stesso tempo il benessere dei dipendenti. Oppure, volete cambiare il software gestione aziendale? coinvolgete i responsabili del reparto amministrazione per capire cosa secondo loro il nuovo software dovrebbero avere. Chi meglio di colui che vi lavora quotidianamente saprà cosa chiedere?
    5. Create una atmosfera coraggiosa: incoraggiate i vostri dipendenti a far domande e non aver paura di chiedere il perchè delle cose. Le persone tendono ad essere più motivate a svolgere un compito quando ne capiscono a pieno il ragionamento che vi sta dietro. Ricordate a voi stessi e al vostro team per cosa state lavorando: salvare vite umane, promuovere l’equità o semplicemente fornire il miglior servizio al cliente. Se i dipendenti possono godere, identificarsi e beneficiare dei valori aziendali fondamentali a portata di mano, rimarranno motivati e appassionati del loro lavoro.
    6. Rispondetevi per rispondere: Per riuscire a convincere gli altri, dovete prima di tutti esserne convinti voi!
      Provate a porvi queste domande:

– Come fa questo progetto a fare la differenza?
– In che modo il contributo della mia azienda sta avendo un impatto?
– Come posso dimostrare al mio team che sono la forza trainante dei valori che stanno dietro a questa organizzazione?
Queste sono alcune domande che vi possono servire per confermare e chiarire i valori aziendali. Fate in modo che i vostri valori abbiano un significato e che influenzino un movimento nel successo della vostra azienda.

Questi sono alcuni cosigli che possono tornare utili per migliorare la motivazione aziendale, per saperne di più, non esitate a contattarci, o rimanete connessi per nuovi articoli che parleranno dell’argomento!

 

Bibliografia:

Cutler, J., & Banerjee, R. (2018). Five reasons why being kind makes you feel good—according to science. The Conversation.